Triathlon Città di Cernobbio: un piccolo capolavoro con 500 campioni

“E’ stato un piccolo capolavoro organizzativo lariano” con queste parole il presidente della Spartacus Triathlon Lecco Renzo Straniero ha commentato il primo triathlon Sprint Città di Cernobbio “Abbiamo proposto agli atleti un percorso chiuso al traffico completamente in sicurezza con uno scenario panoramico davvero unico. Il merito è della perfetta sinergia con i comuni di Cernobbio, Como e Moltrasio, della Protezione civile e croce rossa di Cernobbio, Gruppo Asa di Vercurago, Atlethic Team Lario, la foglia verde di Castello Brianza e tutti i nostri volontari”.

La gara è andata in scena questo pomeriggio, domenica 24 luglio e ha visto protagonisti ben 500 atleti provenienti da Australia,Austria,Stati Uniti,Svizzera,Norvegia,Olanda,Argentina,Gran Bretagna e Francia.

Un grande esordio insomma su una distanza sprint davvero apprezzata da tutti: partenza swim da Piazza Risorgimento con 0,75 km di nuoto, 19 km di bike fino a Como e 5 km di run alla scoperta delle meraviglie del paese.

A trionfare entrando in diritto nell’albo d’oro della prestigiosa manifestazione, eletta a triathlon più elegante d’Europa, l’argentino Flavio Morandini davanti al connazionale Santiago Beltran e al lecchese Ivan Risti. Per lui un passato con i colori del Triathlon Lecco. Per le donne primo posto per Valentina Tagliabue in 1h05’35” davanti a Cecilia Laconi e Sabrina Capellupo. 

Il prossimo appuntamento con Spartacus Triathlon Lecco è sempre sulle rive del Lario, il 7 agosto, con la terza edizione dell’olimpico Bellagio-Ghisallo (Iscrizioni aperte fino al 27 luglio). Immancabili gli appuntamenti del resto del mese con l’Italyman (K113 e K226) a Lecco il 21 agosto e il primo triathlon Sprint Città di Valmadrera il 28 agosto. 

Classifica assoluta maschile: 1. Flavio Morandini (Federazione Argentina) 54’19”; 2. Santiago Beltran (Federazione Argentina) 54’46”; 3. Ivan Risti (DDS) 55’13”; 4. Damon Boag (F.i.tri.) 55’31”; 5. Yamil Amouch (Federazione Argentina) 55’57”; 6. Juan Saiz (DDS) 56’07”; 7. Martin Ulloa (Estero) 56’20”; 8. Michael Rand Cooper (DDS) 56’20”; 9. Emanuel Carenno (DDS) 58’02”; 10. Davide Campiotti (Oxygen Triathlon) 58’26”; 11. Fabio Civera (707) 58’57”; 12. Cristian Cerchiaro (Njoy Tri Va) 59’08”; 13. Andrea Rainolter (Cus Trento) 59’44”; 14. Andrea Ortalli (Snef SSD) 59’49”; 15. Davide Ballabio (A team) 59’55”. 

Atleti lecchesi: 42. Giovanni Brattoli (Tri Team Brianza) 1h04’27”; 55. Giovanni Rovelli (Pratogrande) 1h05’55”; 64. Marcello Orlandelli (Spartacus Tri Lecco) 1h06’20”; 69. Francesco De Lazzari (Spartacus Tri Lecco) 1h06’50”; 92. Marco Acquistapace (Spartacus Tri Lecco) 1h08’24”. 

Femminile: 1. Valentina Tagliabue (707) 1h05’35”; 2. Cecilia Laconi (Fi.tri.) 1h06’21”; 3. Sabrina Capellupo (Cus Torino Triathlon) 1h07’52”; 4. Kara Landells (Federazione Australiana) 1h08’31”; 5. Laura Gatti (707) 1h08’36”; 6. Nicole Caironi (Raschiani Tri Pavese) 1h08’37”; 7. Federica Camagni (Cus Propatria Milano) 1h08’39”; 8.Giorgia Niboli (SCGS Bullring) 1h11’35”; 9. Elena Saibene 1h11’43”; 10. Alessandra Monica Riccardi (A.s. Autonosate) 1h13’09”. 

Atlete lecchesi: 20. Oriana Maria Marelli (Spartacus TriLecco) 1h18’27”. 

IMG_3668 IMG_3696 IMG_3778 IMG_3787 IMG_3923_2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *